Il mal di macchina nei cani

mal di macchina nei cani

Il mal di macchina è piuttosto comune nei cani, soprattutto in quelli giovani. Il termine tecnico è “cinetosi” ed è lo stesso tipo di disturbo che può colpire le persone. I cani con il mal di macchina possono agitarsi, sbavare, piagnucolare e vomitare, anche se sono a stomaco vuoto. In genere questi cani crescendo smettono di avere disturbi, ma nel frattempo si possono prendere dei provvedimenti per migliorare la situazione.

Se il cucciolo si sente male al suo primo viaggio in macchina è possibile che in seguito associ sempre la macchina con la nausea, rafforzando la sensazione di malessere. Inizialmente fate salire il cucciolo sull’automobile ferma, dove gli farete trovare dei giocattoli. Di tanto in tanto offritegli anche qualche buon bocconcino. In questo modo la macchina sarà considerata un luogo piacevole e interessante. In seguito mettete in moto la macchina e fate dei brevissimi tragitti, allungando progressivamente il tempo. Evitate di far fare al cane lunghi tragitti a pancia piena, ma dategli una piccola quantità di cibo secco.

Per un cucciolo può essere difficile, ma nei cani adulti è consigliato permettere loro di guardare fuori dal finestrino per orientarsi con l’ambiente esterno in movimento.

Il cane va sistemato nella macchina in modo sicuro, nel sedile posteriore, fissato saldamente. Nel sedile anteriore possono farsi male se per un incidente scatta l’airbag e possono essere di distrazione al guidatore.

Se il viaggio è lungo, una sosta di tanto in tanto permette al cane di distrarsi esplorando il nuovo ambiente e di bere o mangiare un piccolo snack.

Se il mal di macchina è molto intenso o se persiste anche quando il cane è adulto lo si può bloccare con un farmaco, il maropitant, che viene prescritto dal veterinario. Va somministrato per bocca una volta al giorno, fino a due giorni consecutivi. Il farmaco va offerto a stomaco pieno, una o due ore prima della partenza. È ben tollerato e molto efficace per prevenire il vomito e non dà sonnolenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.