I conigli angora: belli e impossibili

coniglio angora

I conigli di razza angora e i loro incroci hanno un pelo molto lungo e sottile che forma un manto particolarmente voluminoso e morbido, come una nuvola. A vederlo, un coniglio angora ben tenuto è probabilmente il più bello a vedersi. I cuccioli, in particolare, sono così incantevoli che è difficile resistere alla tentazione di comprarli. È bene sapere però che sono molto difficili da gestire: devono essere spazzolati tutti i giorni, dalla testa alla coda, compresa la pancia. In caso contrario il loro pelo si infeltrisce e forma un unico ammasso impossibile da districare; durante la muta il pelo morto non viene via e viene inglobato nella massa. Alla fine l’unico modo per liberare il coniglio è di tosarlo completamente, cosa non facile. I conigli hanno una pelle molto sottile, che si taglia e si lacera facilmente e occorre una tosatrice molto precisa e una mano delicata per effettuare una rasatura completa senza danni e senza stressare troppo l’animale.

Un altro problema che devono affrontare questi conigli è l’ingestione di pelo. Tutti i conigli durante la pulizia del mantello ingoiano normalmente molto pelo e si tratta di un fenomeno normale. Il pelo viene espulso con le feci senza problemi se la dieta è ricca di fibra, vale a dire di fieno e verdure. Nel caso degli angora però il pelo è molto lungo e abbondante e può essere troppo per il sistema digerente, causando problemi digestivi quali la stasi intestinale o addirittura una pericolosa ostruzione.

coniglio angora
Tosatura di un coniglio angora dal pelo infeltrito

Per prevenire questi problema il coniglio va abituato a essere spazzolato fin da piccolo, quando ancora il pelo è in ordine e relativamente corto. Durante la muta la spazzolatura deve essere particolarmente accurata in modo da asportare più possibile il pelo morto. Uno degli strumenti più efficaci è un tipo di spazzola detta cardatore. La spazzolatura non deve diventare una tortura per il coniglio altrimenti cercherà in tutti i modi di sfuggire. Per evitare che scappi lo si può mettere sopra un tavolo sopra una superficie non scivolosa ma se c’è la possibilità che sfugga e si butti dal tavolo è preferibile eseguire la procedura in terra. Le prime sedute devono essere brevi, spazzolando con delicatezza. Al termine si può offrire un piccolo premio.

Alcuni conigli amano essere spazzolati e si riesce a mantenere il loro mantello ordinato e senza nodi. Altri detestano questa procedura o si lasciano spazzolare solo sul dorso, ma non sull’addome e sotto la gola, dove il pelo si infeltrisce. In tal caso vanno regolarmente tosati, in parte o del tutto. Una parte particolarmente problematica è la zona intorno all’ano. Il pelo lungo interferisce con la pulizia e l’ingestione del ciecotrofo. Spesso infatti i conigli angora hanno la zona anale imbrattata di feci e urina e in pochi giorni la pelle si può infiammare.

Prima di pensare di acquistare un coniglietto dal pelo lungo e soffice considerate le difficoltà della gestione e il tempo necessario ogni giorno per la sua toilette. In caso contrario è meglio pensare di adottare un coniglio con un pelo “normale”, che è già abbastanza impegnativo senza le complicazioni di un angora.

coniglio angora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.